Servizio clienti 0564619468
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto

AnsiAlt 60 Cps Contro l'Ansia

21,90
1

  leggi le recensioni (2)

serve a
ANTISTRESS
formato
60 pz
ANSIALT 60 CPS                                                  

Ansia, favorisce il rilassamento e il benessere mentale.

Vegan Ok - Ogm Free

Indicazioni:
AnsiAlt rappresenta un valido contributo per supportare e mantenere il proprio benessere psico-fisico. Stimola positivamente la memoria e le prestazioni intellettuali, riduce l’ansia e migliora il tono dell’umore, facilitando direttamente e indirettamente il rilassamento. Da non sottovalutare inoltre il suo importante apporto di antiossidanti. 
Tutte queste proprietà presenti nella formulazione sono fondamentali per prevenire l’invecchiamento cellulare a livello del SNC, oltre che per combattere lo stress quotidiano. 
Questo prodotto è particolarmente indicato per chi vive un periodo di forte stress o è soggetto a sintomatologie ansiose ed agitazione.

Posologia e Modalità d'uso:
so orale per adulti. Assumere 3 capsule al giorno, una dopo colazione, una dopo pranzo ed una dopo cena.

Ingredienti per 3 cps (dose massima giornaliera):

Bacopa (Bacopa monnieri (L.) Wettst)   408 mg
Parte aerea  e.s. titolato al 20% in Bacosidi  81,6 mg
Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus (Rupr. Et Maxim) Maxim)  285,6 mg
Radice e.s. titolato al 5% in saponine. 14,3 mg
Melissa (Melissa officinalis L.) 204 mg
Foglie e.s. titolato al 12 % in acido rosmarinico 24,5 mg
Rodiola (Rhodiola rosea L.)102 mg
radice  e.s. titolato al 3% in salidroside 3 mg

Capsule di origine vegetale trasparenti (idrossipropilmetilcellulosa).

Senza conservanti e coloranti.

Aspetto e caratteristiche organolettiche: Colore, sapore ed odore caratteristico.

Attività:
Bacopa: è una pianta utilizzata da secoli nella medicina ayurvedica, principalmente per migliorare le funzioni cognitive. I principali composti a cui si riconducono le proprietà della Bacopa I sono saponosidi, tra cui Bacosidi A e B. Sono presenti inoltre alcaloidi e steroli. I risultati di studi clinici finora condotti sull'estratto di B. monnieri indicano un effetto benefico sulla memoria, sull'apprendimento e sulla concentrazione sia nel bambino che nell’adulto. È importante il suo effetto positivo su ansia e  depressione dopo una somministrazione prolungata (Kean, 2017).. La Bacopa non mostra particolari controindicazioni ed è e ben tollerata dall’uomo (Sokolowska L. et Bylka W., 2015) .  

Eleuterococco: è considerata una pianta adattogena; con ciò si intende la capacità di una sostanza di esercitare un’azione aspecifica sui processi fisiologici, con il risultato di innalzare la resistenza fisica contro gli stress psico-fisici. Questo tipo di attività risulta avere un grande valore preventivo e migliorativo anche del sistema immunitario. Infatti dopo somministrazione dell’estratto di eleuterococco in soggetti sani si è osservato un aumento del numero dei linfociti, in particolare dei linfociti T. L’attività adattogena ed antistress viene esplicata mediante: aumento della sintesi proteica (dovuta in particolare agli eleuterosidi), miglioramento del metabolismo energetico (minor consumo di ATP e normalizzazione della glicemia), azione endocrina del fitocomplesso. Agisce quindi in maniera più o meno specifica sulla fisiologia di diversi apparati. Non tralasciabile è la sua azione stimolante sul SNC, che nella vita di tutti I giorni si tramuta in un’aumentata capacità di gestire l’ansia e lo stress.

Melissa: la pianta è conosciuta e tradizionalmente impiegata nel trattamento sintomatico delle turbe minori del sonno e nei disturbi della sfera digestiva, in virtù delle sue proprietà di sedativo del sistema nervoso, spasmolitico, stomachico e carminativo. Trova impiego terapeutico nel trattamento di stati di ansia accompagnati da irrequietezza e irritabilità, insonnia e psicastenia. I protagonisti dell’azione spasmolitica e sedativa sono I flavonoidi ed i triterpeni. Questi favoriscono il rilassamento, anche in caso di insonnie, tachicardie e cefalee (Bettiol, 2014).

Rodiola: : la principale attività degli estratti di Rodiola è quella di tipo adattogeno e antistress, il fitocomplesso di questa specie aumenta le difese immunitarie e alza il livello di tolleranza allo stress. Vi sono interessanti lavori che confermano l’attività immunostimolante e anti-aging, quest’ultima attività si riferisce all’invecchiamento cerebrale. Risulta interessante anche la capacità di questa pianta di aumentare la resistenza fisica e la forza muscolare. Questo fitocomplesso aiuta a controllare la fame di origine ansiosa in quanto inibisce l’azione di MAO e COMT che favoriscono la depressione, spesso causa della fame di origine nervosa, infatti aumenta la produzione di serotonina (inibente il desiderio di carboidrati) e dopamina (che modula nell’ipotalamo il senso di sazietà). La Rodiola presenta una spiccata attività antiossidante dovuta principalmente agli alti quantitativi di catechine. Esiste anche un’azione sul dimagrimento dovuta alla stimolazione delle lipasi. l’azione lipolitica risulta evidente anche in studi clinici, si sono potuti apprezzare diminuzioni di peso anche significative. (Bettiol F. 2014). 

Controindicazioni: Sensibilizzazione personale ai principi attivi contenuti nella pianta. Tenere fuori dalla portata dei bambini sotto i tre anni. Evitare l'uso in gravidanza o durante l’allattamento.

Caratteristiche microbiologiche: conformi alle normative vigenti.

Bibliografia: monografie di piante officinali, vol.1, Milano, 2002. Campanini E., Dizionario fitoterapico e piante medicinali, tecniche nuove, Settimo Milanese, 2002. Bettiol F., Nappini I., Nunziati E., Vademecum di erboristeria, kos edizioni, San Piero a ponti, 2014. Monografie ESCOP, Planta medica srl, Pistrino di citerna (PG). James D Kean, Luke A Downey, and Con Stough, Systematic Overview of Bacopa monnieri (L.) Wettst. Dominant Poly-Herbal Formulas in Children and Adolescents, medicines, 2017. Repertorio Fitoterapico, ed. OEMF, Milano 1996. Darbynian et al., Rhodiola rosea in stress induced fatigue. A double blind cross-over study of a standardized extract SHR-5 with a repeated low- dose regimen on the mentalperformance of healthy physicians during night duty. (2000) Phytomedicin, 7, 365-371. Spasov A.A., et al., A double blind, placebo controlled pilot study of the stimulating and adapto- genic effect of Rodiola rosea SHR-% extract on the fatigue of students caused by stress during an examination period with a repeated low-dose regimen. (2000) Phytomedicine, 7, 85-89. Campagna P., FARMACI VEGETALI, ed. Minerva Medica, Torino 2008.


1

Chi ha acquistato questo ha acquistato anche..

Cist Alt Plus 30 Capsule
Recensioni
                                                 CIST ALT PLUS 30 CAPSULE da 520 mg ​​​​​​​ Vegan Ok. Senza conservanti e coloranti​​​​​​​. Indicazioni: Benessere delle vie urinarie Indicato in caso di infezioni delle vie urinarie inferiori come cistite (dolori o bruciore a urinare) o eventi similari, tali problematiche sono provocate da una serie di batteri (tra cui: E. coli, Pseudomonas a., Klebsiella p. ecc) che gli estratti vegetali che compongono il prodotto sono in grado di contrastare efficacemente. Il prodotto può essere utilizzato in fase acuta (2 cps al dì) e come prevenzione anche ciclicamente (1 cps al dì). Coadiuvante nei trattamenti per contrastare le infezioni vaginali e uretrali (anche nel maschio) da candida o dovute ad altri microrganismi, è importante valutare accuratamente il tipo di microrganismo infettante. Mantiene in buono stato il tratto urinario inferiore e rappresenta un valido coadiuvante anche in caso di urolitiasi (azione specifica del fillanto). Rappresenta un valido presidio per migliorare lo stato infiammatorio tipico dell’ipertrofia prostatica benigna, naturalmente inserito nel contesto di una terapia specifica per la BPH. Posologia e Modalità d'uso: 2 capsule al giorno, 1 al mattino e 1 nel pomeriggio, da assumere con un abbondante bicchiere d’acqua. Per trattamenti di mantenimento 1 capsula al giorno per 30 giorni. Controindicazioni Gravidanza ed allattamento Ingredienti: per 2 capsule (dose massima giornaliera) UVA URSINA (Arctostaphilos uva-ursi (L.) Spreng.) foglie E.S. 353,6  mg (20% arbutina) Corrispondente ad Arbutina 70,7 mg CRANBERRY (Mirtillo rosso americano) (Vaccinium macrocarpon Aiton) frutto E.S. 102 mg (30% PAC) Corrispondenti a Proantocianidine 30,6 mg FILLANTO (Phyllantus niruri L.) erba E.S. 102 mg (15% tannini) Corrispondente a Tannini 15,3 mg BETULLA (Betula pendula Roth.) foglie e.s. tit. 2,5% iperoside Corrispondente ad iperoside 1,5 mg ACHILLEA (Achillea millefolium L.) sommità fiorite polvere 54,4 mg Attività: Cranberry (Mirtillo rosso americano): l’estratto di mirtillo rosso è caratterizzato da un’elevata presenza di proantocianidine(PAC) in particolar modo proantocianidine A, flavonoidi e acidi organici. Questo estratto viene utilizzato per la capacità di contrastare la sintomatologia di infezioni batteriche alle basse vie urinarie e a livello intestinale (de Llano et al., 2015). In particolar modo la proantocianidina A2 è in grado di svolgere un’azione antiadesiva alle mucose delle vie urinarie nei confronti delle fimbrie dei batteri patogeni, in tal modo viene limitata la proliferazione batterica e la progressione dell’infezione. Attraverso questo meccanismo inoltre è favorita l’eliminazione ti tale microorganismi. Le PAC sono sensibili al pH dello stomaco e si consiglia quindi un’assunzione in capsule gastroresistenti. Uva ursina: il profilo fitochimico di questa pianta è caratterizzata dalla presenza in glucosidi idrochinonici tra i quali il più importante è l’arbutina, oltre a tali composti sono presenti flavonoidi, triterpeni (ac. Ursolico) e tannini. La principale attività dell’estratto di uva ursina è quella di disinfettante delle vie urinarie, l’arbutina e la metilarbutina vengono idrolizzate a livello gastrico trasformandosi in idrochinone e metilidrochinone, composti a spiccata azione disinfettante, questi una volta assorbiti arrivano ai reni dove vengono eliminati con le urine e possono esplicare la loro attività antisettica. L’azione antisettica migliora in ambiente alcalino che non a caso è quello che spesso si accompagna a manifestazioni infettive delle vie urinarie. Gli altri componenti del fitocomplesso quali l’idrossiacetofenonglucoside (azione antisettica), i tannini (azione protettiva sull’epitelio delle vie urinarie) e gli iridoidi (azione antiinfiammatoria) contribuisco all’azione benefica sul tratto urinario di questo estratto. (Monografie ESCOP, 2006) Achillea: il fitocomplesso di questa pianta è ricco in azulene (olio essenziale), flavonoidi, acidi fenolici (ac. Salicilico), lattoni sesquiterpenici, cumarine, tannini e triterpeni. L’azione antiflogistica, antiinfiammatoria e antibatterica è dovuta alla particolare combinazione dei vari principi attivi presenti nell’estratto di questa pianta. I tannini svolgono attività astringente e protettiva dell’epitelio urinario, i flavonoidi sono caratterizzati da attività antiflogistica e antispasmodica utili in caso di infiammazione alle vie urinarie e gli azuleni sono caratterizzati da attività batteriostatica. (Campanini E., 2003) Betulla: l’estratto di Betulla è ricco di flavonoidi tra i quali i principali risultano l’iperoside, la quercitrina, la mircetina e il kaempferolo, tali composti giustificano l’azione drenante della droga. La pianta contiene anche vitamina C, salicilato di metile e acidi organici. Il fitocomplesso della betulla produce effetto diuretico favorendo la disinfezione delle vie urinarie in quanto il flusso elimina meccanicamente i batteri responsabili dell’infezione (Bettiol, 2014). Fillanto: l’estratto di Phyllantus niruri risulta ricco in polifenoli e recenti studi ne hanno dimostrato l’attività antiossidante (in vitro) e un’interessante attività protettiva renale (protezione dallo stress ossidativo indotto da diabete, in vivo) (Giribabu at al., 2014). L’estratto di fillanto è stato testato in caso di urolitiasi, i risultati sono stati molto incoraggianti, sembra che tale pianta sia in grado di intervenire nei processi iniziali di formazione degli ossalati e di inibirli. (Barros et al., 2003). ​​​​​​​Bibliografia: OMS: monografie di piante officinali, vol.1, Milano, 2002. 86 Campanini E., Dizionario fitoterapico e piante medicinali, tecniche nuove, Settimo Milanese, 2002. Bettiol F., Nappini I., Nunziati E., Vademecum di erboristeria, kos edizioni, San Piero a ponti, 2014. Monografie ESCOP, Planta medica srl, Pistrino di citerna (PG), 2006. Giribabu N1, Rao PV2, Kumar KP3, Muniandy S4, Swapna Rekha S5, Salleh N1.Aqueous Extract of Phyllanthus niruri Leaves Displays In Vitro Antioxidant Activity and Prevents the Elevation of Oxidative Stress in the Kidney of Streptozotocin-Induced Diabetic Male Rats. Epub 2014 Jun 1. Barros ME1, Schor N, Boim MA. Effects of an aqueous extract from Phyllantus niruri on calcium oxalate crystallization in vitro. Urol Res. 2003 Feb;30(6):374-9. Epub 2003 Jan 21. de Llano DG1, Esteban-Fernández A2, Sánchez-Patán F3, Martínlvarez PJ4, Moreno-Arribas MV5, Bartolomé B6. Anti-Adhesive Activity of Cranberry Phenolic Compounds and Their Microbial-Derived Metabolites against Uropathogenic Escherichia coli in Bladder Epithelial Cell Cultures. Int J Mol Sci. 2015 May 27;16(6):12119-30. doi: 10.3390/ijms160612119.    
Aggiungi al carrello
Condividi  / 
DormiBene (Integratore in Gocce) - Tintura IN ALCOOL BIO -SENZA CONSERVANTI
Recensioni
   Dormibene gocce    100 ml titolato allo 0,8% di flavonoidi totali Indicato per il rilassamento in caso di stress e per favorire l'addormentamento. Utile anche per chi soffre di risveglio precoce.   Ingredienti: VALERIANA (Valeriana officinalis L.) radice PASSIFLORA (Passiflora incarnata L.) pianta Alcool Biologico a 70°   Conservanti e coloranti: assenti   Attività: La Valeriana è da sempre considerata un utile rimedio per gli stati di insonnia, ansia e stress. L'azione è imputabile all'intero fitocomplesso e non solo agli acidi valerenici o ai valepotriati (P.A. Caratteristici), le attività principali sono di tipo spasmolitica, miorilassante e sedativa. Quest'ultima attività è dovuta in particolar modo all'inibizione del catabolismo del GABA  (diminuzione dell'uptake).   Sulla Passiflora vi sono numerosi studi che confermano sperimentalmente l'uso come antispasmodico, sedativo nervoso e ansiolitico. L'attività è principalmente attribuibile al complesso flavonoidico, inserito come sempre nel contesto del fitocomplesso.   Uso:   Turbe minori del sonno, come terapia complementare nell'insonnia, in caso di forte stress psico-fisico con iperattività e difficoltà al rilassamento e al sonno, ansia di varia natura.   Posologia e Modalità d'uso:   Uso orale per adulti.   50 gocce diluite in acqua, 1-2 volte al giorno, al bisogno o preferibilmente alla sera prima di coricarsi. Controindicazioni: Gravidanza ed allattamento Bambini sotto i 10 anni Sensibilizzazione personale ai principi attivi della pianta.  
Aggiungi al carrello
Condividi  / 

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti ora alla nostra newsletter, per rimanere sempre aggiornato e ricevere promozioni esclusive

* Campi obbligatori