Servizio clienti 0564619468
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto

Stop Vamp 60 Capsule (Disturbi della menopausa)

21,90
1

  leggi le recensioni (3)

Spedizioni gratuite in Italia sopra € 29
Pagamenti sicuri
Servizio clienti 0564619468

in offerta speciale
si
formato
60 pz
STOP VAMP 60 CAPSULE
Vegan Ok, OGM free

Indicazioni:

StopVamp risulta utile per contrastare i disturbi della menopausa quali vampate e alterazioni del tono dell'umore

Ingredienti:
Tenore medio degli ingredienti caratterizzanti per dose massima giornaliera 2 cps

Cimicifuga (2,5% in glicosidi triterpenici): 213 mg

Luppolo ( 0,4% in rutoside): 205,9 mg

Trifoglio (20% in isoflavoni): 213 mg

Corrisp. a isoflavoni: 42,6 mg

Griffonia ( 99% in L-5-idrossitriptofano): 71 mg

Corrrisp. a 5-HTP: 70,3 mg

Caratteristiche microbiologiche: conformi alle normative vigenti

Posologia e modalità d'uso:
Assumere 2 capsule al giorno, preferibilmente 1 dopo pranzo e 1 dopo cena

Attività:
Cimicifuga
:  della Cimicifuga viene impiegato il rizoma i cui costituenti principali sono dei glicosidi triterpenici (acteina e cimicifugoside), un isoflavone (formononetina),acidi grassi, sali minerali ed oligoelementi. La Cimicifuga mostra un’azione estrogenica ed anti-LH (riduce i livelli ematici dell’ormone lutenizzante) tanto da essere impiegata in tutti quei disturbi correlati ad alterazioni dell’umore, vampate di calore e secchezza mucose vaginali. Studi clinici sperimentali, effettuati in  doppio cieco contro placebo, hanno evidenziato, nelle donne trattate, una diminuzione  netta delle turbe neurovegetative, psichiche e somatiche con effetti superiori al placebo. Tali effetti sono dovuti al sinergismo dei diversi componenti della pianta,  in quanto vi sono componenti che per la loro struttura molecolare molto simile agli estrogeni tendono a legarsi ai recettori estrogenici , e componenti che non legandosi ai recettori per gli estrogeni potrebbero acquistare proprietà estrogeniche dopo metabolizzazione o esercitare un effetto sulla secrezione di LH grazie all’intervento del Sistema Nervoso Centrale.
​​​​​​​

Luppolo: del Luppolo vengono impiegate le infiorescenze femminili i cui costituenti principali sono resine, olio essenziale, flavonoidi, sostanze minerali e tannini. L’azione estrogenica è stata attribuita alla componente flavonoidica, in particolar modo all’8-prenilnaringenina. Questo composto è affine ai recettori estrogenici con preferenza per gli ER-alfa. In uno studio condotto su venti donne affette da vampate di calore ed insufficienza ovarica a cui è stato somministrato dell’estratto secco di Luppolo si è visto che l’intensità e la frequenza delle vampate era notevolmente ridotto rispetto ad un gruppo trattato con placebo.

Trifoglio: del Trifoglio vengono impiegate le foglie i cui costituenti principali sono gli isoflavoni, sostanze appartenenti alla famiglia dei fitoestrogeni . Gli isoflavoni si comportano da agonisti parziali nei confronti dei recettori estrogenici soprattutto i beta presenti a livello dell’apparato cardiovascolare e del tessuto osseo  ed in minor misura a livello delle ghiandole mammarie e nell’utero. Grazie a tale azione il Trifoglio risulta un utile rimedio nei confronti delle vampate di calore e nelle alterazioni dell’umore tipiche del climaterio; inoltre risulta utile nel contrastare l’aumento dei livelli serici di fosfatasi alcalina  e come conseguenza un ottimo rimedio nell’aumento del contenuto minerale osseo che nelle donne in menopausa a causa della riduzione degli estrogeni tende a perdersi.

Griffonia: della Griffonia vengono impiegati i semi il cui composto principale è L-5-idrossitriptofano, sostanza aminoacidica precursore della serotonina, importante neurotrasmettitore nel Sistema Nervoso Centrale. Grazie a questo costituente la griffonia risulta utile nel mantenimento del tono dell’umore, e negli stati depressivi senza alterare il normale funzionamento del Sistema Nervoso Centrale.   

Controindicazioni:
Gravidanza ed allattamento 
Bambini sotto i 10 anni

Bibliografia:
Bettiol F., Nappini I., Nunzianti E., Vademecum di erboristeria, Kos edizioni, 2014.

Campanini E., Dizionario fitoterapico e piante medicinali, tecniche nuove, Settimo Milanese, 2002.
​​​​​​​
Capasso F., Grandolini G., Izzo A., Fitoterapia. Aggiornamento della II  Ed. di Fitofarmacia (Capasso, Grandolini), Springer, Milano.
 
1

Chi ha acquistato questo ha acquistato anche..

Acido Ialuronico 30 capsule (Vegan Ok)
Recensioni
Aggiungi al carrello
Condividi  / 
Propolis spray (Benessere della gola)
Recensioni
Aggiungi al carrello
Condividi  / 
Cist Alt Plus 30 Capsule
Recensioni
                                                 CIST ALT PLUS 30 CAPSULE da 520 mg ​​​​​​​ Vegan Ok. Senza conservanti e coloranti​​​​​​​. Indicazioni: Benessere delle vie urinarie Indicato in caso di infezioni delle vie urinarie inferiori come cistite (dolori o bruciore a urinare) o eventi similari, tali problematiche sono provocate da una serie di batteri (tra cui: E. coli, Pseudomonas a., Klebsiella p. ecc) che gli estratti vegetali che compongono il prodotto sono in grado di contrastare efficacemente. Il prodotto può essere utilizzato in fase acuta (2 cps al dì) e come prevenzione anche ciclicamente (1 cps al dì). Coadiuvante nei trattamenti per contrastare le infezioni vaginali e uretrali (anche nel maschio) da candida o dovute ad altri microrganismi, è importante valutare accuratamente il tipo di microrganismo infettante. Mantiene in buono stato il tratto urinario inferiore e rappresenta un valido coadiuvante anche in caso di urolitiasi (azione specifica del fillanto). Rappresenta un valido presidio per migliorare lo stato infiammatorio tipico dell’ipertrofia prostatica benigna, naturalmente inserito nel contesto di una terapia specifica per la BPH. Posologia e Modalità d'uso: 2 capsule al giorno, 1 al mattino e 1 nel pomeriggio, da assumere con un abbondante bicchiere d’acqua. Per trattamenti di mantenimento 1 capsula al giorno per 30 giorni. Controindicazioni Gravidanza ed allattamento Ingredienti: per 2 capsule (dose massima giornaliera) UVA URSINA (Arctostaphilos uva-ursi (L.) Spreng.) foglie E.S. 353,6  mg (20% arbutina) Corrispondente ad Arbutina 70,7 mg CRANBERRY (Mirtillo rosso americano) (Vaccinium macrocarpon Aiton) frutto E.S. 102 mg (30% PAC) Corrispondenti a Proantocianidine 30,6 mg FILLANTO (Phyllantus niruri L.) erba E.S. 102 mg (15% tannini) Corrispondente a Tannini 15,3 mg BETULLA (Betula pendula Roth.) foglie e.s. tit. 2,5% iperoside Corrispondente ad iperoside 1,5 mg ACHILLEA (Achillea millefolium L.) sommità fiorite polvere 54,4 mg Attività: Cranberry (Mirtillo rosso americano): l’estratto di mirtillo rosso è caratterizzato da un’elevata presenza di proantocianidine(PAC) in particolar modo proantocianidine A, flavonoidi e acidi organici. Questo estratto viene utilizzato per la capacità di contrastare la sintomatologia di infezioni batteriche alle basse vie urinarie e a livello intestinale (de Llano et al., 2015). In particolar modo la proantocianidina A2 è in grado di svolgere un’azione antiadesiva alle mucose delle vie urinarie nei confronti delle fimbrie dei batteri patogeni, in tal modo viene limitata la proliferazione batterica e la progressione dell’infezione. Attraverso questo meccanismo inoltre è favorita l’eliminazione ti tale microorganismi. Le PAC sono sensibili al pH dello stomaco e si consiglia quindi un’assunzione in capsule gastroresistenti. Uva ursina: il profilo fitochimico di questa pianta è caratterizzata dalla presenza in glucosidi idrochinonici tra i quali il più importante è l’arbutina, oltre a tali composti sono presenti flavonoidi, triterpeni (ac. Ursolico) e tannini. La principale attività dell’estratto di uva ursina è quella di disinfettante delle vie urinarie, l’arbutina e la metilarbutina vengono idrolizzate a livello gastrico trasformandosi in idrochinone e metilidrochinone, composti a spiccata azione disinfettante, questi una volta assorbiti arrivano ai reni dove vengono eliminati con le urine e possono esplicare la loro attività antisettica. L’azione antisettica migliora in ambiente alcalino che non a caso è quello che spesso si accompagna a manifestazioni infettive delle vie urinarie. Gli altri componenti del fitocomplesso quali l’idrossiacetofenonglucoside (azione antisettica), i tannini (azione protettiva sull’epitelio delle vie urinarie) e gli iridoidi (azione antiinfiammatoria) contribuisco all’azione benefica sul tratto urinario di questo estratto. (Monografie ESCOP, 2006) Achillea: il fitocomplesso di questa pianta è ricco in azulene (olio essenziale), flavonoidi, acidi fenolici (ac. Salicilico), lattoni sesquiterpenici, cumarine, tannini e triterpeni. L’azione antiflogistica, antiinfiammatoria e antibatterica è dovuta alla particolare combinazione dei vari principi attivi presenti nell’estratto di questa pianta. I tannini svolgono attività astringente e protettiva dell’epitelio urinario, i flavonoidi sono caratterizzati da attività antiflogistica e antispasmodica utili in caso di infiammazione alle vie urinarie e gli azuleni sono caratterizzati da attività batteriostatica. (Campanini E., 2003) Betulla: l’estratto di Betulla è ricco di flavonoidi tra i quali i principali risultano l’iperoside, la quercitrina, la mircetina e il kaempferolo, tali composti giustificano l’azione drenante della droga. La pianta contiene anche vitamina C, salicilato di metile e acidi organici. Il fitocomplesso della betulla produce effetto diuretico favorendo la disinfezione delle vie urinarie in quanto il flusso elimina meccanicamente i batteri responsabili dell’infezione (Bettiol, 2014). Fillanto: l’estratto di Phyllantus niruri risulta ricco in polifenoli e recenti studi ne hanno dimostrato l’attività antiossidante (in vitro) e un’interessante attività protettiva renale (protezione dallo stress ossidativo indotto da diabete, in vivo) (Giribabu at al., 2014). L’estratto di fillanto è stato testato in caso di urolitiasi, i risultati sono stati molto incoraggianti, sembra che tale pianta sia in grado di intervenire nei processi iniziali di formazione degli ossalati e di inibirli. (Barros et al., 2003). ​​​​​​​Bibliografia: OMS: monografie di piante officinali, vol.1, Milano, 2002. 86 Campanini E., Dizionario fitoterapico e piante medicinali, tecniche nuove, Settimo Milanese, 2002. Bettiol F., Nappini I., Nunziati E., Vademecum di erboristeria, kos edizioni, San Piero a ponti, 2014. Monografie ESCOP, Planta medica srl, Pistrino di citerna (PG), 2006. Giribabu N1, Rao PV2, Kumar KP3, Muniandy S4, Swapna Rekha S5, Salleh N1.Aqueous Extract of Phyllanthus niruri Leaves Displays In Vitro Antioxidant Activity and Prevents the Elevation of Oxidative Stress in the Kidney of Streptozotocin-Induced Diabetic Male Rats. Epub 2014 Jun 1. Barros ME1, Schor N, Boim MA. Effects of an aqueous extract from Phyllantus niruri on calcium oxalate crystallization in vitro. Urol Res. 2003 Feb;30(6):374-9. Epub 2003 Jan 21. de Llano DG1, Esteban-Fernández A2, Sánchez-Patán F3, Martínlvarez PJ4, Moreno-Arribas MV5, Bartolomé B6. Anti-Adhesive Activity of Cranberry Phenolic Compounds and Their Microbial-Derived Metabolites against Uropathogenic Escherichia coli in Bladder Epithelial Cell Cultures. Int J Mol Sci. 2015 May 27;16(6):12119-30. doi: 10.3390/ijms160612119.    
Aggiungi al carrello
Condividi  / 
STRESS ALT 90 CAPSULE (Vegan Ok) Antistress
Recensioni
STRESS ALT 90 CAPSULE (Vegan Ok) Contro i disturbi dello stress, per favorire il normale tono dell’umore, il rilassamento e il benessere mentale. Vegan Ok Senza conservanti e coloranti Indicazioni: Stress Alt capsule è indicato nel trattamento di tutti i disturbi causati da stress, favorisce il recupero del fisiologico equilibrio delle diverse funzioni dell’organismo,  del normale tono dell’umore e del benessere mentale.   Posologia e Modalità d'uso: Uso orale per adulti. 1-3 capsule al giorno ​​​​​​​ Ingredienti: Eleuterococco radice e.s.               Withania radice e.s.                          Rodiola radice e.s.                                           Biancospino fiori e foglie e.s.           Attività: Withania radice: svolge un ruolo protettivo nei confronti dello stress ossidativo (Vedi M. et al., 2014), inoltre tale estratto è risultato sicuro ed efficace, anche ad alti dosaggi, nei confronti dello stress psico-fisico e degli stati d’ansia (Chandrasekhar  K  et al., 2012) e nella stimolazione della leucocitosi (OMS: monografie di piante officinali, vol.1, 2002). Per questa serie di effetti la pianta è considerata un ottimo rimedio adattogeno, favorisce infatti l’adattamento dell’organismo nei confronti delle variazioni ambientali. Biancospino fiori e foglie: presenta un fitocomplesso a base flavonoidica responsabile delle varie attività. Tra le più importanti ci sono quella sedativa, miorilassante e antiaritmica. A livello cardiaco incrementa l'apporto ematico a miocardio e coronarie, determinando una maggiore tolleranza all'anossia. Sul miocardio l'attività è di tipo inotropa e dromotropa positiva e cronotropa e batmotropa negativa; sul sistema vascolare promuove una dilatazione della muscolatura vasale con relativa azione ipotensiva. È ben evidente ormai che gli estratti alcolici sono in grado di produrre tutte le attività sopracitate. Inoltre la droga possiede un elevato livello di sicurezza anche per un uso prolungato. (Campanini E.) (Monografia C. oxyacantha) Eleuterococco radice: è considerata una pianta adattogena, con ciò si intende la capacità di una sostanza di esercitare un'azione aspecifica sui processi fisiologici con il risultato di innalzare la resistenza fisica contro gli stress psico-fisici. Questo tipo di attività risulta avere un grande valore preventivo e migliorativo anche del sistema immunitario, infatti dopo somministrazione dell'estratto di eleuterococco in soggetti sani si è osservato un aumento del numero dei linfociti in particolare dei linfociti T. (Campanini E.) Rodiola radice: la principale attività degli estratti di Rodiola è quella di tipo adattogeno e antistress, il fitocomplesso di questa specie aumenta le difese immunitarie e alza il livello di tolleranza allo stress. Vi sono interessanti lavori che confermano l'attività immunostimolante e anti-aging, quest'ultima attività si riferisce all'invecchiamento cerebrale. Risulta interessante anche la capacità di questa pianta di aumentare la resistenza fisica e la forza muscolare.Questo fitocomplesso aiuta a controllare la fame di origine ansiosa in quanto inibisce l'azione di MAO e COMT che favoriscono la depressione, spesso causa della fame di origine nervosa, infatti aumenta la produzione di serotonina (inibente il desiderio di carboidrati) e dopamina (che modula nell'ipotalamo il senso di sazietà).La Rodiola presenta una spiccata attività antiossidante dovuta principalmente agli alti quantitativi di  catechine. Controindicazioni: Tenere fuori dalla portata dei bambini sotto i 3 anni. Caratteristiche microbiologiche: conformi alle normative vigenti. Bibliografia: OMS: monografie di piante officinali, vol.1, Milano, 2002. Campanini E., Dizionario fitoterapico e piante medicinali, tecniche nuove, Settimo Milanese, 2002. Monografie ESCOP, Planta medica srl, Pistrino di citerna (PG), 2006    
Aggiungi al carrello
Condividi  / 

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti ora alla nostra newsletter, per rimanere sempre aggiornato e ricevere promozioni esclusive

Iscrizione avvenuta con successo
Iscrizione già presente nel sistema
Indirizzo e-mail non valido, si prega di verificare i dati immessi e riprovare.